Articoli

, , ,

Dormire con arte: a Spoleto si può

A Spoleto per il festival, soggiornare in arte si può: Albornoz Palace Hotel

Se per il Festival dei Due Mondi vuoi dormire a Spoleto e stai scegliendo un posto nel cuore dell’Umbria che sia meta di viaggio estetico e artistico, non puoi che sostare in questo piacevole ed esclusivo hotel dai tratti sapientemente delineati all’insegna dell’estro contemporaneo.

camera Albornoz Palace Hotel - James Lo Paro

Un luogo dove ogni angolo è stato tratteggiato assecondando il bello, il design, il contemporaneo e il comfort. Dalle camere, molteplici e per la maggior parte personalizzate da artisti provenienti da tutto il mondo. Alla hall sovrastata dall’immenso “Wall Drawing” di Sol LeWitt agli spazi esterni ugualmente impreziositi da opere uniche.

hall Albornoz Palace Hotel - Sol LeWitt

Situato in uno dei luoghi più suggestivi e caratteristici dell’Umbria quale è Spoleto, a pochi passi dal centro storico della città, l’AlbornoZ Palace Hotel è un capolavoro di architettura moderna dedito ad un’ineguagliabile ospitalità.

Suite Albornoz Palace Hotel Spoleto

Dormire a Spoleto

Le 96 camere  elegantemente arredate da Poltrona Frau,  oltre ad ospitare pezzi d’autore, regalano una meravigliosa vista sia sul versante storico della città, dominato dal Ponte delle Torri e dalla Rocca Albornoziana, sia sugli altri incantevoli esterni.

camera Albornoz Palace Hotel Spoleto

All’interno travate un raffinato ristorante, espressione culinaria della migliore tradizione umbra ma anche le note gourmet della cucina moderna. L’albergo è dotato di piscina e di un centro fitness technogym. 

Piscina Spoleto Albornoz Palace Hotel

Infine se oltre a rilassarti e goderti l’arte vuoi anche dedicarti ad un piacevole shopping, non perderti il rinomato e meritevole di visita factory place di Mastro Raphael.

 

Credit fotografico Mirko Vegliò.

 

Info sul soggiorno e offerte:

 

 

, ,

Centri Benessere in Umbria. La Spa si fa museo

Centri benessere in Umbria: quando la Spa è d’autore

Proprio nel  cuore di Assisi, nella zona più alta del centro storico, affacciato sulla imponente Rocca Maggiore e Minore e le morbide curve del Monte Subasio, spicca il Nun Assisi relais & Spa Museum, un magnifico hotel con all’interno uno dei più suggestivi e storici centri benessere che l’Umbria vanti.

cenntri benessere Umbria

Esclusivo Relais a 5 stelle, la struttura è il risultato di una accurata ristrutturazione dell’antico monastero di Santa Caterina, costruito nel 1275 sui resti dell’anfiteatro romano e delle fonti Perlasio.

centri benessere in Umbria

18 stanze, ognuna diversa dall’altra, contraddistinte da impronte architettoniche secolari in esse figurano nicchie, affreschi, volte a crociera combinate ai comfort di un soggiorno contemporaneo devoto a moderna tecnologia e design.

centri benessere in Umbria

Il centro benessere

Meta di innumerevoli visite proprio per l’alto valore archeologico che esso rappresenta sul piano storico, il centro benessere si presenta come vero e proprio museo privato che si offre agli ospiti in tutta la sua arcana bellezza. Durante i lavori di ristrutturazione del convento di Santa Caterina, che oggi ospita il relais, sono state rinvenute numerose testimonianze archeologiche sapientemente inglobate nel progetto architettonico finale.

centri benessere in Umbria

Sei pilastri in calcare si specchiano nelle acque della piscina termale di Nun, in uno spazio magico e di grande potere evocativo che riporta alla luce la storia romana del I secolo d.C. All’interno del percorso termale Nun, due magnifiche cisterne romane con volta a botte perfettamente conservate ospitano una sala massaggi e l’hammam del centro benessere.

centri benessere in Umbria

Se si è amanti del relax e delle terme in generale non perderti anche la possibilità di viverle totalmente in libertà con la selezione di centri termali in bassa Toscana.

centri benessere in Umbria

Il ristorante – Eat Out osteria Gourmet

nun restaurant Umbria

Con una entrata indipendente , il ristorante merita di essere disvelato anche solo per godersi oltre alle proposte culinarie, la suggestiva e direi mozzafiato vista della terrazza ricavata nel chiostro della chiesa di Santa Caterina. Un binomio piacevolmente irriverente che unisce il sacro del luogo, così spirituale e devoto, al profano delle pietanze gastronomiche che si possono gustare in loco.

Per maggiori info sulla struttura e sul soggiorno scrivimi: