Cantine d’autore: l’aperitivo è gourmand

Diciamo che per fare un aperitivo all’altezza se sei in Umbria devi giracchiare parecchio, perché pur avendo location pazzesche e panorami mozzafiato è raro trovare il posto giusto per un happy hour con in fiocchi o diciamo alla milanese.

Quindi dimenticate il mojito o una sana e colorata capiroska alla fragola, immergetevi nel bucolico e agreste ambient, dimenticate le sonorità chill out di lounge bar metropolitani e aprite i vostri sensi al vero mood del luogo. Qui l’aperitivo si fa in cantina e al posto del cocktail e di un bravo e snodato bairman troverete fantastici produttori vitivinicoli che sapranno come conquistarvi con degustazioni enologiche sopraffine derivanti da prodotti di altissima qualità legati a un territorio culturalmente avanzato in fatto di vino.

lu-winebar

Ecco allora una rosa delle cantine più interessanti e affascinanti da visitare, selezionate sulla base della qualità e pregio dei vini proposti, nonché per le suggestive location nelle quali testarli. Cinque magnifici templi del gusto tra old e new style, castelli, location contemporanee o vere e proprie opere d’arte, dove ricercatezza enologica si coniuga con l’estetica del posto che non può non essere svincolata dal paesaggio in cui nascono.

Tenuta Castelbuono, Bevagna.

Una cantina d’autore per un vino d’autore. Ecco il “Carapace”, la cantina progettata dal celebre artista contemporaneo Arnaldo Pomodoro, e inaugurata nel 2012 per la Tenuta Castelbuono. Di proprietà della famiglia Lunelli, già nota per la produzione dello spumante Ferrari, il “Carapace” è un progetto scultoreo e architettonico senza eguali.

tenuta-castelbuono-a

La prima scultura al mondo nella quale si vive e si lavora, un’opera unica in cui arte e natura, arte e vino dialogano sottolineando l’eccezionalità sia del suo straordinario involucro sia del contenuto. Trenta ettari vitati tra i comuni di Bevagna e Montefalco nei quali vengono prodotti il Montefalco Sagrantino e il Montefalco Rosso rigorosamente biologici.

castelbuono

Degustazioni:  durante la visita guidata, oltre al sopralluogo delle cantine di invecchiamento e produzione, si andranno a degustare il Montefalco Sagrantino DOCG e il Montefalco Rosso DOC, i vini più rappresentativi della zona. Inoltre si producono un Montefalco Rosso Riserva DOC e il Montefalco Sagrantino Passito DOCG. Orari: tutti i giorni, eccetto il martedì,  su prenotazione 10.00 – 13.00 e 14.00 – 18.00.  Costo € 12,00 o € 20,00, in base alla quantità e alla tipologia di vini degustati. Indirizzo: Vocabolo Castellaccio 9 – 06031 Bevagna (PG)

Castello Ramazzano – Cantine Aliani, Ramazzano, Perugia

La cantina è un prezioso scrigno incastonato in un imponente castello medievale situato a due passi da Perugia che riporta in una dimensione storica lontana ma ancora carica di suggestione. Il progetto Cantine Aliani nasce dalla passione per il vino e la terra dei fratelli Aliani a cui si deve l’acquisto e il recupero del maniero, investendo nello sviluppo dei suoi vigneti e delle sue cantine medievali.

castello-aliani

Dal forte legame con il territorio e dalla sua storia pluricentenaria traggono origine i nomi dei due bianchi, dei due rossi e della riserva: Castrum Ramacani (rosso DOC) è dedicato al nome con il quale il maniero compare, nel 1258, nell’elenco dei castelli perugini; Leone XIII (rosso IGT) è un omaggio al Papa della Rerum Novarum, il cui nipote Camillo Pecci possedette il castello nel XVIII secolo; Silentium (bianco DOC) e Non Otivm (bianco IGT) citano infine l’iscrizione presente nell’antica cappella del Castello, mirabilmente affrescata, che fin dal 1113 fu officiata dai Monaci Cistercensi della vicina Abbazia di Montelabate e funse da Chiesa parrocchiale fino al 1600. Il Castello conserva tutt’ora gran parte dello sviluppo murario originale, merlato in stile guelfo, con una torre quadrata ed un’ampia corte interna.

ramazzano

Degustazioni: Le degustazioni con visita del maniero e cantina sono possibili tutti i giorni previa prenotazione. Oltre ai pregiati vini la degustazione è un vero e proprio ricco aperitivo durante il quale verranno serviti gli eccezionali salumi e formaggi del territorio con accompagnamento di ulteriori delizie. Costo 20 euro per piccoli gruppi. Strada Comunale Ramazzano 7 06134 – Perugia Italia PG

Cantine Blasi – Umbertide, Perugia

La Famiglia Blasi originaria di Umbertide nell’Alta Valle del Tevere da generazioni, nel tentativo di valorizzare un territorio dalle potenzialità indiscusse, acquista a fine anni novanta quella che fu, nella memoria degli abitanti del luogo, parte della dimora dei Conti Bertanzi.

blasi

La cantina risale al 1742 e dopo una ristrutturazione conservativa e innovativa allo stesso tempo, oggi si presenta quale esempio di modernità e storia, eleganza e praticità  dove produrre vini di qualità sembra quasi un obbligo morale. Con lo stesso impegno vengono, in parte sostenuti ed in parte reimpiantati, negli anni a seguire, i primi vigneti con la volontà di mantenere integre, per quanto possibile, le varietà tramandate nel tempo.

blasi3

Degustazioni e Visite: E’ possibile visitare la cantina tutti i giorni previa prenotazione per un minimo di 10 persone. Le tipologie di degustazioni includono un percorso di assaggio dei vari prodotti enolgici dell’azienda che sono: Vino Bianco Rogaie 2015, Vino Rosso Regghia 2013, Vino Rosso Blasi-Bertanzi 2009, Vino Rosso Impronta 2009, Vino Rosato, Vino Passito. Tre le formule di degustazione: la prima basic con assaggio di due vini e qualche bruschetta con salumi. La seconda include 4 varietà di vino e varietà di finger food, in pratica un “apericena”. La terza include l’assaggio di tutte le varietà enologiche (3 rossi e 1 bianco con le diverse annate) ed è una vera e propria cena/pranzo a buffet con gli immancabili eccellenze gastronomiche del territorio e la gustosa proposta culinaria dello chef. A partire da 10 euro a 30 euro per quella più ricca. Loc. San Benedetto, Via Case Sparse, 64 – 06019 Umbertide – Perugia – Umbria – Italy

blasi2

Cantina Lungarotti – Torgiano

Quando si parla di Lungarotti in Umbria non si può non menzionare il vissuto storico e culturale enologico che tale nome rappresenta nel territorio locale e nazionale. Non una semplice cantina, quindi, ma una istituzione, portata avanti oggi dalle sorelle Chiara e Teresa Lungarotti e produttrice di ben 28 etichette esportate in tutto il mondo. Il cuore produttivo situato a Torgiano, nella campagna perugina è continua ricerca della qualità all’insegna dell’ecosostenibilità dalla vigna alla cantina, anche con progetti di compensazione e abbattimento delle emissioni di CO2 prodotte.

lung2

Dai suoi 230 ettari di vigneti nascono le etichette portabandiera del brand, capitanate dal Rubesco, Rosso di Torgiano Doc. Dalla Doc alla Docg con il Rubesco Riserva Vigna Monticchio che con l’annata 2010 si è classificato secondo miglior rosso italiano nel 2016.  Ancora dalle tenute di Torgiano anche l’altra etichetta storica il Torre di Giano, Bianco di Torgiano Doc. Tra i pionieri dei vini bianchi fermentati e affinati in legno nella cantina Lungarotti già dagli anni ’70 figura, invece, il Torre di Giano Vigna il Pino, Bianco di Torgiano Doc. Inoltre Brezza, e gli ultimi nati in casa Lungarotti L’U Bianco (Umbria Bianco Igt – Vermentino e Chardonnay) e L’U Rosso (Umbria Rosso Igt – Sangiovese, Merlot e altre varietà locali a bacca rossa).

lungarotti-trogiano

Curiosità: a Torgiano, presso Palazzo Graziani Baglioni risiede il Museo del Vino (MUVIT)  che con una collezione di oltre 3000 reperti racconta in modo inedito la storia della viticoltura del Mediterraneo.

Degustazioni e visite: da lunedì al sabato sono possibili diverse le tipologie. Da segnalare il pacchetto intera giornata, con visita della cantina, vigneti, musei, aperitivo e pranzo con brindisi finale nel pomeriggio; il “Taste and go”: visita, degustazione e ingresso al Museo del Vino. Eventualmente si può optare per i pacchetti mezza giornata che includono, oltre alla visita con degustazione, il brunch in cantina (minimo 20 persone) e show cooking. Il costo va da un minimo di 14 Euro a un massimo di 50 a seconda della tipologia del pacchetto scelto. Viale Giorgio Lungarotti, 2, 06089 Torgiano PG

Picture 097

Castello di Montegiove

Tra i castelli più antichi dell’Umbria, quello di Montegiove è un maniero incantato che si impone su una delle campagne più belle e collinari dell’Umbria a nord dell’alto orvietano. Edificato nel 1281 da Raniero IV di Bulgaruccio dei Conti di Marsciano, ha visto varie vicissitudini di proprietà. Quindi posseduto per secoli dalla famiglia Bulgarelli, dai Conti di Montegiove e da quelli di Corbara, i Monaldeschi della Vipera e il famoso condottiere Gatta Melata.

castello-di-montegiove

Dal settecento è in mano ai Marchesi Misciattelli, che in quell’epoca acquistarono anche gli antichi fondi agrari. Ubicato a 627 metri d’altezza, è affascinante ammirarne l’ imponente struttura che a tuttoggi conserva ogni sua parte senza quasi fosse trascorso tempo.  La vinificazione e l’invecchiamento dei vini avviene sempre nelle storiche cantine del castello, in un ambiente di raro fascino che trasuda storia e mantiene vive le tradizioni del posto.I vini prodotti, dal nome assai originale sono: il Mi.Mo.So, DOC Orvietano Rosso ottenuto da una miscela di tre tipi di uve: montepulciano, merlot e sangiovese. Rosso Orvietano anche il Gatto Gatto (sangiovese, cabernet sauvignon e montepulciano), più fresco e beverino, cattivante nella trama delicata e floreale.castello-di-montegiove-entrata

Viste e degustazioni. Il castello e la cantina sono visitabili in parte tutto l’anno, preferibilmente dalle ore 10 alle 18 previa prenotazione per gruppi di un minimo di 8 persone ed un massimo di 50. La degustazione comincia nell’antica cantina del 1700, con spiegazione step dalla produzione enologica, dalla vendemmia all’invecchiamento e prevederà l’assaggio di 3,4 vini e su richiesta anche di altri prodotti locali. Il tutto nella suggestiva sala del castello o nel giardino, in base al tempo. Costo € 15.00 a persona.  Frazione Montegiove, Via Beata Angelina, 1, 05010 Montegabbione TR

Per info e ulteriori news, scrivi a press@metips.it

 

, , ,

Location esclusive a Montefalco.

Nel cuore di Montefalco, una residenza di charme che non puoi perderti per un soggiorno in Umbria.

Un’evasione unica tra benessere e raffinato gourmet. 

A Palazzo Bontadosi val bene un viaggio anche solo di un week end per respirare quel benessere assoluto e prepotente che si confà ai migliori soggiorni. Dimora del Quattrocento, posizionata nella piazza centrale di Montefalco, borgo meraviglioso noto ai più per l’eccellente Vino Sagrantino che si produce in loco, è stata magistralmente restaurata in chiave moderna, non rinunciando alle impronte storiche di cui il palazzo signorile ne è contraddistinto. Palazzo Bontadosi è espressione di design e arte contemporanea nel quale trova libero e direi straordinario sfogo il sapiente gusto con il quale sono stati arredati gli interni.

camera-4

Un boutique hotel che è vera bomboniera dell’ospitalità: 10 camere extra lusso la cui progettazione e scelta degli arredi non hanno prescisso dagli ambienti stessi e da tutto ciò che c’era di inviolabile: gli affreschi, gli stucchi e le decorazioni originali. Intorno ad essi sono stati definiti gli arredi e i complementi, i colori e i materiali, con una maniacale cura del dettaglio unita ad un’accentuata personalizzazione.

palazzo-bontadosi-hotel-spa-montefalco-perugia-italy-12542-1374515837-copia camera-9-superior

Il centro benessere

La piccola Spa è stata ricavata in quelle che anticamente erano le cantine a loro volta ospitanti una cisterna per la raccolta dell’acqua piovana. Sfruttando la cisterna stessa e sotto l’originale volta a botte,  si trova ora la piscina riscaldata di acqua salata. Insieme al bagno turco con cromoterapia, alla doccia sensoriale e alla zona relax, costituisce il percorso umido “Aquam”.  Inoltre cabine per i massaggi dove farsi coccolare.

spa spa_2

La Locanda del Teatro

Mi sciolgo nel dirvi che è uno dei miei posti preferiti quando ho voglia di sedurre me stessa con gli occhi e le papille gustative! Un vero salottino per appassionati gourmand, se siete a Montefalco non potete sfuggire a questo raffinato ristorante annesso all’albergo ma con entrata indipendente. Cosa aspettarsi: lo charme degli ambienti, raffinati e contemporanei con affaccio suggestivo sulla meravigliosa piazzetta del borgo. La cura delle persone che ti accolgono in modo unico e le pietanze superbe proposte dallo chef.

img_4766

img_4779

Top piatti for metips

Flan di cipolla rossa di Cannara con salsa di alloro e sagrantino

Uovo in forma su zabaione di parmigiano e scaglie di tartufo

Gnocchi di patate rosse di Colfiorito al sagrantino e pancetta affumicata

Suprema di faraona con salsa di agrumi e miele

tagliolini-al-matterello-con-pesto-di-basilico-e-vongole-veraci-tagliolini-al-matterello-con-pesto-di-basilico-e-vongole-veraci tonno-in-crosta-di-pistacchi-con-salsa-di-limone-e-zenzero mille-foglie-di-meringa-al-limone-con-gelato-di-more-copia

 

,

Frantoi moderni e chic x l’olio nuovo

Molti gli appuntamenti per assaggiare l’olio novello e insieme a questi

qualche spunto su dove in Umbria è chic degustarlo.

olive

Si sa, se dico Umbria il binomio borghi storici e olio d’oliva vien da sé. E proprio perché siamo in autunno inoltrato, non possiamo sfuggire alle tantissime e allettanti iniziative che proprio questa unione celebrano in vista dell’olio nuovo. A partire dalla metà di ottobre se vi recate in queste zone troverete un potpourri di eventi all’insegna della migliore degustazione dell’olio extra vergine di oliva Dop Umbria ambientati nei più bei centri storici della regione.

castello-monte-vibiano-vecchio-3-1

Con Frantoi Aperti saranno molti i comuni coinvolti: 

Assisi (29 ottobre – 1° novembre ”UNTO Unesco, Natura, Territorio, Olio in Assisi” / 5-27 novembre nei castelli del territorio), Bettona (26-27 novembre “Sapori e Profumi di Olio e di Vino a Bettona”), Campello sul Clitunno (6 novembre “Festa dei Frantoi”), Castiglione del Lago (11, 12 e 13 novembre “Festa dell’olio”), Foligno (4-6 novembre “Autunno a Foligno – Frantoi Aperti e Miele in Umbria”), Giano dell’Umbria (29 e 30 ottobre “La Mangiaunta” / 26 e 27 novembre  “Rievocazione della Festa della Frasca” ), Gualdo Cattaneo (19 e 20 novembre “Sapere di Pane Sapore di Olio”), Magione (19 e 20 novembre “Olivagando”), Narni (Dal 25 al 27 novembre “La Maratona dell’olio), Passignano sul Trasimeno (12 e 13 novembre “Oliamo – La grande festa della bruschetta”), Spello (18-20 novembre “l’Oro di Spello – 55^ Festa dell’Olivo e Sagra della Bruschetta”), Trevi (29 ottobre – 1° novembre  “Festivol, tra olio arte musica e papille”).

frantoio

Olio Bio

Tanti anche i frantoi che aderiranno, tra questi segnaliamo due realtà olivarie biologiche: la Società Agricola Moretti Omero di Giano dell’Umbria, azienda biologica produttrice di olio e di vino con cantina e che ha avviato l’attività del frantoio proprio in questa stagione come nuova attività aziendale; ed il Frantoio Il Tempio dell’Oro azienda biologica che produce Olio Dop di Città della Pieve con un frantoio modernissimo: qui con il tablet si comandano tutte le principali funzioni del frantoio ad iniziare dalle gramole.
senza-titolo-2

Tasting chic

Tra i frantoi più chic e scenografici dove invece vale fare una puntatina per un aperitivo gourmet o vero e proprio lunch di degustazione vi segnalo:

A Spoleto (Pg) Poggiolo Monini.

monini_frantoio_04

Creato nel 2003 dal recupero di un vecchio casale, il Frantoio del Poggiolo Monini è sia laboratorio di ricerca per la valorizzazione dell’Extra Vergine sia centro di diffusione di una vera e propria cultura dell’EVO. Affacciato su una splendida area di 40 ettari di terreno agricolo che domina la valle di Spoleto, il Frantoio è immerso in un impianto secolare di 5.500 olivi e di altre 1.500 piante del nuovo impianto, coltivate conformemente al disciplinare dell’olio DOP umbro. Situato a mezza costa sulla collina, completamente circondato da ulivi, ha l’aspetto di una casa tradizionale, ma è molto di più: da una parte locali agricoli, dotati di modernissimi impianti; dall’altra eleganti spazi residenziali, atti ad ospitare i partecipanti di seminari e convegni. Al pian terreno, il frantoio per la frangitura, un portico per la posa delle olive e alcuni locali ad uso agricolo.

lo_mon

In occasione di Frantoi aperti sabato 29 e domenica 30 ottobre è possibile visitare il frantoio con esperti oleologi e assaggiare il primissimo OLIO EVO dell’anno su croccanti bruschette di pane di Strettura e gustose zuppe di legumi, accompagnate da corposi vini rossi rigorosamente locali. I successivi week end le visite saranno possibili su richiesta. In loco è possibile acquistare i prodotti oleari Monini.  

Località Fabbreria 12, Eggi di Spoleto (PG). Ingresso libero.

A Poreta, Spoleto Villa della Genga Terre di Poreta

_dsc1997

Sempre in zona Spoleto, nel magnifico borgo di Poreta dove sorge il suggestivo castello medioevale non dimenticate di visitare Villa della Genga Terre di Poreta. Prestigiosa azienda agricola con una tradizione centenaria nella coltivazione dell’olivo. L’azienda è specializzata nella  produzione di olio extra vergine biologico e di oli mono varietali denocciolati per cui si avvale di avanzate tecniche di estrazione utilizzando il proprio frantoio.

terre-di-poreta

La linea degli oli Monocultivar della Genga una sfida tesa all’innovazione ed al miglioramento della raccolta, dove si scelgono le varie qualità d’oliva, e la particolare lavorazione, in assenza di  nocciolo, conferiscono a questi oli caratteristiche uniche. Nati dalla collaborazione con l’illustre Veronelli e sviluppati con meticolos prodotti di Villa della Genga. Dalla loro miscela nasce il Biologica. Ogni anno questo olio viene “creato” miscelando le nostre cultivar in modo da renderne costante il profilo sensoriale. La cura nella raccolta, dove si scelgono le varie qualità d’oliva, e la particolare lavorazione, in assenza di nocciolo, conferiscono a questi oli caratteristiche uniche.

394-italian-garden-party-details

Le visite al frantoio e la possibilità di acquistare l’olio partiranno da Sabato 29 Ottobre. Lo stesso sabato ci sarà la possibilità su prenotazione di pranzare o cenare presso il nostro ristorante del Borgo della Marmotta, menu olio €30 a persona. Per gli orari su prenotazione dalle 8.00 alle 20.00, per la dimostrazione in frantoio sempre e solo su prenotazione dalle 11.00 alle 18.00

Frazione Poreta, 06049 Spoleto PG

Per ulteriori  info sui luoghi e prodotti del territorio scrivi a: press@metips.it

Passione diVino. Dates in Umbria per wine-addicted

Tra le iniziative enologiche di ottobre in Umbria vi segnalo alcuni appuntamenti  che non potete mancare se siete in zona tra Perugia e Montefalco. Tra queste segnalo Corciano Castello di Vino 2016, dal 7 al 9 ottobre e alla sua VI edizione la rassegna è un poutpourri di eventi enogastronomici, musicali e legati alle tradizione del luogo, splendido e suggestivo borgo medioevale incastonato tra i colli perugini. Tra le caratteristiche peculiari della manifestazione si segnala la presentazione della più ampia panoramica dei Vini del Trasimeno


1_corciano_castello_divino

Il territorio del Trasimeno e le sue produzioni vinicole saranno infatti il focus della manifestazione durante la quale sarà possibile degustare innumerevoli etichette tra le più rinomate al costo del solo calice di 8 Euro. Tutte le cantine fanno parte della Strada del Vino Colli del Trasimeno e concorreranno per aggiudicarsi il premio Miglior Cantina 2016. Cantina ospite, non in gara, Le Cimate (Montefalco).

ppme5639

L’evento enogastronomico sarà arricchito da musica live per le vie e le piazze del borgo -con concerti dal rock al swing fino al jazz-, da convegni e incontri su importanti tematiche, presentazioni di libri, dj set. Nel corso dell’evento sarà possibile assaporare anche le numerose delizie gastronomiche locali grazie ai tanti corner, punti di ristoro all’aperto, dislocati nel centro storico.  info www.corcianocastellodivino.it

56img_1407-2

Altre due magnifiche iniziative per wine lovers si svolgono nel borgoche ha dato i natali al noto Sagrantino, vino eccelso dal gusto robusto ed eclettico. La prima è “Montefalco nel Bicchiere” che si svogle ogni sabato fino al 29 Ottobre 2016 alle ore 17:00. Esperti sommelier vi guideranno alla scoperta dei vini di Montefalco e del territorio. Le degustazioni avranno luogo all’interno della sede operativa del Consorzio Tutela Vini Montefalco in Piazza del Comune n. 17, 06036 Montefalco (PG).

meteli_pier_paolo

Si assaggeranno in particolare quattro tipologie di vini, ognuno di un diverso produttore: Bianco (tra Montefalco Bianco DOC, Trebbiano Spoletino e Grechetto), Montefalco Rosso DOC, Montefalco Sagrantino DOCG, Montefalco Sagrantino Passito DOCG. Costo di € 7,00 a persona. Info e prenotazioni:  info@consorziomontefalco.it; info@stradadelsagrantino.it

ppme5454

Fino al 30 ottobre 2016 infine, con “Le Domeniche della Strada del Sagrantino – 2016”   ogni domenica si terranno inoltre concerti di musica jazz, rappresentazioni teatrali, cinema sotto le stelle, degustazioni dei vini della denominazione Montefalco DOC e Montefalco Sagrantino DOCG, cooking classes e molte altre attività da vivere direttamente nei luoghi dove nasce il Sagrantino: nei borghi di Montefalco, Giano dell’Umbria, Bevagna e Gualdo Cattaneo.

Si avrà modo di visitare le cantine ed i frantoi, passeggiare fra le vigne, assaggiare specialità gastronomiche e imparare come cucinarle i prodotti tipici abbinandoli ai vini della zona. Un ricco programma di esperienze autentiche e uniche, tipiche di questa parte nel cuore verde d’Italia!

Per il programma completo:
Associazione “Strada del Sagrantino” info@stradadelsagrantino.it

 

Si ringrazia per le immagini Pier Paolo Metelli.